ALFAMA:
una passeggiata nel più antico quartiere di Lisbona e dove ascoltare il Fado

 

 

ALFAMA LISBONA: UNA PASSEGGIATA NEL QUARTIERE PIU’ ANTICO

All’Alfama abbiamo dedicato un intero pomeriggio con sosta serale in uno dei locali tipici dove abbiamo cenato e ascoltato il Fado, musica tipica portoghese. Premettendo che l’Alfama non ha bisogno di introduzioni, dato il suo eterno fascino antico, e premettendo che è inutile dirti che è una parte imperdibile della città, bisogna tuttavia dire che le strade hanno un continuo sali scendi e il suolo non è regolare. Questo rende il quartiere più difficilmente accessibile ai passeggini, alle carrozzine o alle persone che hanno qualche difficoltà motoria: non c’è comunque da preoccuparsi dato che l’iconico TRAM 28 porta nel quartiere facendo diverse fermate in vari punti. Tieni presente però che è sempre mega affollato; inoltre caricare un passeggino, per chi ne avesse, potrebbe rivelarsi un’impresa complicata.

 

Decidere di visitare tutto a piedi, a meno di particolari difficoltà, è assolutamente fattibile: è vero che alcune strade sono parecchio in salita, ma sono salite che si possono sopportare. Inoltre l’Alfama è un quartiere ricco di attrazioni da visitare, panorami mozzafiato e artisti di strada che creano un’atmosfera talmente particolare, da indurti a fermarti parecchie volte, spezzando in questo modo un pò la fatica, se così la si può chiamare.

 

Un tempo l’Alfama era un quartiere estremamente povero e piuttosto squallido, ma oggi si è trasformato in un quartiere unico, di grande fascino e portatore di un’importante eredità storica.

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: COSA VEDERE A LISBONA IN 3/4 GIORNI CON ITINERARI PER TUTTI I GUSTI

 

 

 

 

ALFAMA LISBONA: COSA VEDERE

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: il nostro itinerario a piedi

 

 

 

 

CATTEDRALE DEL SE’ o DI SANTA MARIA MAGGIORE

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: cattedrale da Sè

Puoi iniziare il tuo giro dall’Arco della Rua Augusta: subito dopo la prima curva della prima salita verso l’Alfama (500 mt. a piedi circa) abbiamo avuto un flash che ci sarebbe rimasto impresso per sempre: davanti ai nostri occhi si è parata la classica cartolina che ritrae non uno, bensì due simboli di Lisbona, il tram giallo spalleggiato dalla cattedrale. E’ un’esperienza davvero suggestiva trovarsi davanti queste due meraviglie in un colpo solo! Ti consiglio, se non dovessi arrivare in quell’esatto momento come è successo  a noi, di aspettare l’arrivo del tram e scattare una foto dall’eterna bellezza.

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: cattedrale da Sè interno

La chiesa è stata costruita nel XII secolo in stile romanico dopo la Reconquista su una precedente moschea, e due volte parzialmente distrutta dai terremoti: come dicevo è di grande impatto visivo la bellissima facciata centrale caratterizzata da uno splendido rosone in mezzo a due torri campanarie. L’interno è a tre navate con transetto e sopita diversi complessi scultorei  di epoca barocca.

 

 

 

MIRADOURO DE SANTA LUZIA 

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: miradouro de Santa Luzia

Prima di arrivare a questo primo stupendo punto panoramico, trovi il “Museo di Lisbona – Teatro Romano” che ti mostrerà la città in un viaggio attraverso i secoli.  Giunti invece al Miradouro de santa Luzia, avrai una vista su Lisbona fino al fiume e sui tetti rossi del quartiere. Nella piazza omonima si trova anche la chiesa “Igreja de Santa Luzia”, con la bellissima parete esterna ricoperta di azulejos bianchi e blu. Questa zona, come anche altre, l’ho apprezzata perchè piena di musica, allegria e divertimento grazie ai musicisti di strada che ci hanno davvero fatto sognare sotto le loro note.

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: miradouro de Santa Luzia belvedere
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: artisti di strada

 

 

 

 

LARGO PORTAS DO SOL

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: Largo Portas do Sol

Te l’avevo detto che l’Alfama era piena di posticini carini e locali in cui fermarsi a godere dell’atmosfera allegra e frizzante di questo popolo: un altro luogo di aggregazione è appunto il Largo Portas do Sol, un’accesso alla città al tempo dei mori, dove di nuovo la musica è protagonista e dove viene ospitato il “Museo de Artes Decorativas”, in cui si possono ammirare oggetti oreficeria, argenteria, arazzi e arredi dell’epoca.

 

 

 

 

CASTELLO DI SAO JORGE

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: castello di Sao Jorge

Proseguendo di nuovo verso l’alto, si incontra il castello di Sao Jorge, posto sulla collina più alta del centro storico: ciò che ci è piaciuto di più di questo castello è la vista panoramica a 360° su Lisbona, una delle più belle della città, insieme alla vista che si gode dall’Elevador di Santa Justa (te ne ho parlato qui). A parte questo il castello, pur essendo vasto, secondo il nostro gusto non è niente di eccezionale: si possono percorrere le mura e ammirare gli elementi difensivi come torri e merli.

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: vista dal castello di Sao Jorge
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: vista dal castello di Sao Jorge

Strappato ai mori grazie ad Alfonso I, primo re del Portogallo, divenne nei secoli residenza reale. Distrutto in parte dal sisma, dal 1910 è Patrimonio Unesco, e a partire dal ventennio successivo è stato oggetto di recupero integrale. Clicca qui per orari e costi.

 

 

 

 

Per raggiungere il castello  e anche le zone più in alto di Graca e Mouraria si passa attraverso una serie intricatissima di viottoli davvero molto tipici, edifici antichi e diversi murales.

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona

 

 

 

MIRADOURO DE GRACA e SENHORA DO MONTE

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: vista sul castello di Sao Jorge

Ed ecco arrivati agli ultimi punti panoramici di questa mezza giornata: abbiamo dovuto salire un pò, ma ne è valsa decisamente la pena per la particolarità del luogo e dell’atmosfera.

Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: vista da Nossa Senhora do Monte
Alfama Lisbona
Alfama Lisbona: miradouro

 

 

 

 

 

FADO PER TUTTE LE TASCHE

Dove finire il pomeriggio in bellezza se non in un delizioso localino, quale può essere BOTECO DA FA’?

 

BOTECO DA FA’

RUA DO VIGARIO, 70/E

ALFAMA – LISBOA

Email: botecodafa@gmail.com

 

Qui è possibile gustarsi una succulenta cenetta tipica e perdersi tra le note del Fado durante la serata. Situato in Alfama, tra le varie viuzze, è più una trattoria di quartiere che un vero e proprio ristorante, ed è il motivo per cui riuscirai ad ascoltare il Fado senza spendere una fortuna. Noi per due piatti unici (riso con gamberetti), bevande e dolci abbiamo speso sulle 56 Euro in due, compreso lo spettacolo.  Il locale è tipico portoghese ed è considerato Patrimonio Unesco.

NB: siccome il locale è piuttosto piccolo, conviene chiamare o scrivere per prenotare il tavolo, altrimenti rischi di non trovare posto. Noi ad esempio abbiamo prenotato mentre facevamo il nostro giro in Alfama, il pomeriggio per la sera.

CLICCA IL LINK PER ASCOLTARE 3 MINUTI DI FADO https://youtu.be/jdKAS4AtQsM

 

 

 

 

Se fossi interessato ad un viaggio in Portogallo, ecco tutto il nostro itinerario in fai da te di 10 giorni con dritte utili

PORTOGALLO: cosa vedere in 10 giorni

 

 

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: come mi puoi aiutare?

Il massimo per me, se hai tempo, sarebbe che tu scrivessi due parole su come hai trovato l’articolo lasciando la tua stellina. Trovi il pulsante[CREATE YOUR OWN REVIEW] a fondo pagina.

Puoi anche in alternativa lasciarmi solo un commento qui sotto il post, un like sui social o condividere questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

 

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG E SEGUIRLO TRAMITE MAIL: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto: vedrai tutte le categorie, gli itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Sometimes Away by Chiara
Average rating:  
 0 reviews

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *