TREKKING VALSASSINA:
dai Piani di Nava al Rifugio Riva e San Calimero

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina

 

 

 

TREKKING VALSASSINA: DAI PIANI DI NAVA AL RIFUGIO RIVA E SAN CALIMERO

Proprio ieri abbiamo inaugurato la prima domenica di agosto con un facile trekking adatto anche ai bambini a cui è seguita una bella mangiata in rifugio: le classiche domeniche che io adoro, in mezzo alla natura, senza tecnologia e in cui si vive di più, rispetto alla settimana, la voglia di stare insieme con la propria famiglia e i propri figli. E poi questa gita è stata stra stra bella, ottimo motivo per proporla anche a te!

 

Siamo partiti da Lecco per raggiungere in circa mezz’ora d’auto Baiedo (Pasturo – Valsassina 600 mt.): qui puoi lasciare l’auto al parcheggio gratuito in Piazza don Carlo Gnocchi, dove trovi anche un cartello informativo circa i vari percorsi che si possono effettuare da quel punto. Se arrivi tardi (dopo le 10.00) dovrai immancabilmente girare per il paese alla ricerca di un posto dove mettere la macchina.

Dal parcheggio sali in direzione del Ristorante Pizzeria Faggio Rosso, ti inoltri per un breve tratto nell’abitato e segui per Piani di Nava.

 

Il sentiero è adatto anche ai bambini perchè non presenta particolari difficoltà e, a parti brevissimi e piccoli tratti,  è ben ombreggiato il che lo rende super adatto ad una gita estiva. Tuttavia è piuttosto ripido e non ci sono pianori per tutta la durata della camminata di circa 40 minuti, oppure un’oretta prendendosela con calma e fermandosi ogni tanto a riprendere fiato. No passeggini.

(English Version)

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
trekking Piani di Nava Rifugio Riva

 

 

Lungo il sentiero che da Baiedo porta ai Piani di Nava c’è l’azienda agricola “Il Fiore”: erbe officinali di montagna, da agricolture biologica e biodinamica. Lo trovi su Facebook.

Azienda Agricola Il Fiore Piani di Nava
Azienda Agricola Il Fiore Piani di Nava

 

 

 

Al termine di questa salita si giunge ai meravigliosi Piani di Nava: da qui il sentiero si fa piatto e la natura dà il meglio di sè. Un verde sconfinato, brillante e stupefacente: non ci sono prati incolti ma dei veri e propri perfetti capolavori, dove l’uomo ha messo mano una volta tanto per curare la natura, non per distruggerla! Non c’è un ciuffo d’erba che sia stato dimenticato durante il taglio: tutto è preciso e talmente ordinato da non sembrare vero.

NB: Tra Baiedo e i Piani di Nava puoi fare una deviazione ai Sassi Rossi e alla Rocca; indubbiamente il percorso diventa più lungo, ma non so dirti di più perchè noi abbiamo proseguito direttamente per i Piani di Nava.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Piani di Nava
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Piani di Nava
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Piani di Nava
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Piani di Nava

 

A rendere ancora più grazioso questo paesaggio bucolico ci sono diverse baite sparse qua e là, anch’esse di una bellezza rigorosa e impeccabile. Solo la vista di questa natura al suo massimo punto di espressione ci ha fatto stare bene, ha rigenerato i nostri occhi e i nostri polmoni, e ci ha ricordato quanto è bello quando l’uomo è in grado di prendersi cura della propria “Casa” in senso lato. Come vedrai dalle foto, in questo tratto di sentiero non c’è riparo dal sole, ma ti dirò che noi non abbiamo sofferto nonostante fosse una calda giornata di agosto; inoltre non è una lunga camminata prima di arrivare al nostro capolinea: il Rifugio Riva.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Baite Piani di Nava
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Baite ai Piani di Nava

 

 

Il Rifugio Riva (1000 mt.) è un ottimo punto per rifocillarsi dopo la camminata: è un ristorante che propone piatti tipici della nostra zona (il loro forte sono i pizzoccheri) serviti sui tavolini fuori oppure negli ambienti interni dove in estate c’è un bel freschetto, rispetto al clima all’esterno! E’ sempre consigliabile prenotare perchè si mangia bene e i prezzi, indicati da un simpaticissimo folletto, sono in linea con quelli di altri rifugi; inoltre se vieni da fuori, volendo puoi anche pernottare (vedi le tariffe).

L’area intorno è destinata a chi vuole prendere il sole, giocare e fare un picnic: in questo caso la cosa carina è che ad esempio puoi ordinare un tagliere di salumi e mangiarlo sul prato.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Rifugio Riva
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Rifugio Riva
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Rifugio Riva menu 2019
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Rifugio Riva

 

 

Puoi stare nella zona del rifugio quanto vuoi, oppure ci sono diversi sentieri che puoi prendere per smaltire il pranzo: noi siamo andati a San Calimero (1500 mt.). Il percorso è in salita intervallato da alcuni pianori; per un adulto è fattibilissimo e anche per i bambini, ma dipende da quanto sono abituati a camminare. Considera che impieghi circa un’ora e dieci a salire e qualcosa in meno a scendere per un totale di circa 2 ore; poi però devi considerare che hanno già fatto la salita fino al rifugio, e poi dovranno scendere di nuovo fino al parcheggio. Qui valuta tu in base al tipo di bambino: Giada ad esempio non ne aveva voglia ed è rimasta al rifugio con la nonna.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Calimero trekking

 

A circa metà percorso c’è la prima vista panoramica che anticipa quella che si vede dalla cima.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Calimero trekking

 

Una volta raggiunto il piccolo santuario dal tetto rosso, che si vede sbucare dal sentiero, la vista sulle maestose montagne della Valsassina è davvero impagabile e merita tutta la fatica per salire.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
San Calimero in vista
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
San Calimero
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
San Calimero
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
San Calimero
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
San Calimero

 

A questo punto noi siamo tornati al rifugio e poi verso casa, ma se non hai bambini al seguito e sei abituato al trekking , suddividendo tutto questo percorso a tappe, potresti continuare da San Calimero raggiungendo in circa un’ora il Pialeral attraverso un sentiero pressochè pianeggiante e, tramite un percorso ad anello, ritornare di nuovo a Baiedo o Pasturo in circa 1h40 da Pialeral. Quest’opzione richiede tutta la giornata (camminata ad anello circa 4/5 ore in base all’allenamento), quindi bisogna alzarsi presto e organizzarla bene.

 

 

 

Tornando verso la macchina, abbiamo avuto modo di ammirare di nuovo i Piani di Nava mentre il sole stava leggermente calando e una volta arrivati a Baiedo, abbiamo dato una sbirciatina alla piccola chiesa del paese.

Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Piani di Nava
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Piani di Nava
Rifugio Riva Calimero trekking Valsassina
Vista del piccolo borgo

 

 

 

⇒A Baiedo puoi trovare due B&B (clicca sulle immagini per visitare il sito) e alcuni ristoranti di cui ti lascio gli indirizzi qui sotto per completezza di informazione, ma che non ho personalmente testato e che quindi non posso giudicare.

B&B Il Mirtillo Baiedo
B&B Il Mirtillo Baiedo
B&B La Rocca Baiedo
B&B La Rocca Baiedo

 

RISTORANTI:

Crotto ai Castagneti

Trattoria Crotto Alpino

Faggio Rosso (non ha sito web)

 

 

 

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: come mi puoi aiutare?

Il massimo per me, se hai tempo, sarebbe che tu scrivessi due parole su come hai trovato l’articolo lasciando la tua stellina. Trovi il pulsante[CREATE YOUR OWN REVIEW] a fondo pagina.

Puoi anche in alternativa lasciarmi solo un commento qui sotto il post, un like sui social o condividere questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

 

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG E SEGUIRLO TRAMITE MAIL: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto: vedrai tutte le categorie, gli itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Sometimes Away by Chiara
Average rating:  
 0 reviews

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *