BOOTHBAY HARBOR: la seconda tappa del nostro tour, nel cuore del New England

SECONDA  STOP: BOOTHBAY HARBOR – MAINE

Come arrivare a Boothbay Harbor. Terminata la visita a Boston ( Massachusets) , abbiamo deciso di noleggiare un’auto e di girare per il New England alla scoperta di un territorio ricchissimo di fascino. Il New England è una vasta regione dell’America nord orientale che comprende i seguenti 6 stati: Maine, Vermont, New Hampshire, Massachusetts, Connecticut e Rhode Island.

Lasciata Boston alle spalle abbiamo percorso la I – 95 N, autostrada a pagamento, che ci ha fatti passare per Salem ( Massachusetts), la città delle streghe, visitare Portland ( la capitale del Maine) e giungere dopo circa 160 miglia a Boothbay Harbor (Maine).

Nota di “colore”: se avrete la possibilità di visitare in autunno il New England assisterete al magnifico spettacolo del Foliage, distese di alberi che si colorano naturalmente dei caldi toni aranciati dell’autunno.

 

La località. Boothbay Harbor è un delizioso paesino affacciato sulla costa atlantica degli Stati Uniti. La parte costiera del Maine, dopo Portland circa, diventa molto frastagliata, al punto da poter quasi ricordare i fiordi norvegesi. A dire la verità non abbiamo programmato dall’Italia di fermarci a Boothbay Habor, l’idea era semplicemente di visitare il New England e sostare in un luogo suggestivo. E lo abbiamo trovato.

Dove abbiamo soggiornato a Boothbay Harbor. Appena arrivati a Boothbay Harbor abbiamo cercato un posto dove poterci fermare per un paio di notti ed abbiamo trovato il Tugboat Inn, 80 Commercial St, Boothbay Harbor, ME 04538. Si tratta di un hotel semplice, il tipico Inn, nei pressi del porto di Boothbay Harbor che ci ha subito immersi nella tipica atmosfera delle estati del New England. Cordialità, simpatia, atmosfere serene e rilassate.

Atmosfera alla Signora in Giallo. Posate le valigie abbiamo fatto un giro per Boothbay Harbor che tanto mi ha ricordato l’ambientazione di Cabot Cove, il fittizio paese nel Maine dove è ambientata la serie televisiva de La Signora in Giallo. Il porto di Boothbay Harbor con le piccole imbarcazioni ed i pescherecci, l’ufficio postale, i negozi, l’architettura della tradizione anglosassone, i ristoranti che già si affollano alle 18,30, la gelateria con i gusti burrosi e i coni enormi ricoperti di ogni tipo e forma di topping. Nessun turista italiano, forse qualche europeo a Boothbay Habor.

Lobster Roll e Chowder House. Nel New England l’aragosta viene servita anche nei panini, una vera prelibatezza spesso guarnita da sedano, limone, erba cipollina e altre salse, ma se come me amate la purezza dalla materia prima, potete gustarla anche al naturale. Come già consigliato per Boston, anche qui a Boothbay Harbor vi suggerisco la zuppa di vongole dell’atlantico, la clam chowder, piatto che non potete perdervi se volete immergervi nella vera cultura del New England. Da degustare nella Chowder House naturalmente.

 

Sabrina – Sometimes FAR Away

 

 

 

2 commenti su “BOOTHBAY HARBOR: la seconda tappa del nostro tour, nel cuore del New England

  1. Ciao Chiara!
    Non conosco questa parte degli States, ma so che qui i colori autunnali sono davvero magnifici!

    Grazie mille per questo ulteriore interessante articolo di grande interesse!
    Mimì

  2. Sicuramente qui l’autunno ha il suo dire! Visto che hai ritenuto interessante l’articolo, magari potrebbe servirti da spunto per approfondire questa parte di Stati Uniti che conosci meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *