REP DOMINICANA per bambini: una giornata alla scoperta di Mano Chuan, Saona e le piscine naturali

 

 

 

Durante la nostra settimana di soggiorno a Bayahibe, la nostra prima escursione è totalmente dedicata al mare, soprattutto alla mitica isola di Saona. In quest’occasione, non avendo avuto tempo di organizzarci con il fai da te come al solito, abbiamo dovuto affidarci alle proposte del resort: questa era una gita di un’intera giornata in barca veloce alla scoperta di:

✔Parco Nacional del Este
✔Isola di Saona
✔piscine naturali dove si trovano le stelle marine giganti

Purtroppo non ricordo il costo, ma sicuramente dall’hotel non si risparmia; se vuoi un consiglio organizza tutto da fuori alla “Mariposa Tour“, proprio fuori dal Viva Dominicus: ci sono andati dei miei amici e si sono trovati tutti benissimo risparmiando non poco!

Questa gita è davvero ottima da fare con i bimbi perchè è tutta spiagge, mare e bagni: noi purtroppo Giada abbiamo dovuto lasciarla a casa perchè non siamo riusciti a farle il passaporto in tempo, ma credimi che ci siamo davvero pentiti quando abbiamo notato che i bambini che erano con noi erano super felici di essere lì. Tornati a casa, quando il nostro pulcino ha visto le foto con spiaggia bianca e lunga dove avrebbe potuto correre e soprattutto le stelle marine giganti tra le nostre mani, ha intonato un pianto a dirotto che è continuato per un bel periodo e che per certi versi continua ancora oggi: Santo Domingo è rimasta nei suoi sogni senza nemmeno averla vissuta, ma solo guardandola dalle foto.

 

 

LEGGI ANCHE LE NOSTRE ESCURSIONI VICINO A BAYAHIBE E PERCHE’ SOGGIORNARE QUI COME PRIMA VOLTA IN REP.DOMINICANA

 

 

 

 

PARCO NATIONAL DEL ESTE: isola di Mano Chuan

 

Giungendo sull’isola di Mano Chuan, si passa vicino alle bellissime mangrovie, piante tipiche dei paesi tropicali.

arrivando all’isola

 

L’isola, pur avendo un non so chè di selvaggio, ha un angolo nascosto dove la gente locale vende i propri prodotti: su quest’isola infatti abitano da circa 500 persone che vivono di pesca e di questi manufatti bellissimi e coloratissimi che vendono a noi turisti.

 

La natura invece è strepitosa come ovunque nella Repubblica Dominicana, e gli scorci per fare foto sono innumerevoli; l’unica chiesetta presente è davvero deliziosa!

 

La cosa singolare che abbiamo trovato qui è stato il maiale tenuto al guinzaglio vicino al molo: non ne ho capito il senso e ad oggi non saprei come giudicare il fatto.

 

 

SAONA

Saona è l’isola meravigliosa della Repubblica Dominicana: una lunga spiaggia di 22km con sabbia bianca e soffice e il mare color turchese; la classica cartolina caraibica, il classico posto dove uno vorrebbe andare per staccare dal freddo invernale o semplicemente per riposare e stare a contatto con la natura.

Purtroppo anche Saona è ormai presa d’assalto dai turisti, ma se come me ti va di camminare un pochino, poco più in là puoi scoprire una natura ancora bella e degli scorci davvero insoliti per le tue foto, come ad esempio questa nuvola qui sotto che sembra quasi la scia lasciata da un treno a vapore o le palme che si gettano sul mare!

L’interno dell’isola, dove abbiamo anche pranzato, è pieno di palme verdissime e di una ricca vegetazione.

 

L’isola ha origini italiche, infatti venne scoperta da Cristoforo Colombo nel 1494 e la chiamò come la città ligure di Savona con la quale è attualmente gemellata. Posto un pò inflazionato purtroppo, ma nonostante questo lo ritengo meraviglioso e imperdibile se fai una vacanza qui, soprattutto molto adatto ai bambini!

 

 

PISCINE NATURALI

Prima di rientrare in hotel si fa una sosta alle Piscine Naturali: una grande piscina all’interno del mare dove abbiamo trovato delle giganti e meravigliose stelle marine, anche se qualcuno che è stato qui vent’anni fa sostiene che prima ce n’erano di più belle ed erano più numerose!
A noi è piaciuto comunque moltissimo immergerci per cercarle: è sorprendente essere in mezzo al mare, scendere dalla barca e scoprire che l’acqua ti arriva alla vita! Fatta qualche foto e ammirato qualche stella marina, siamo rimasti sulla barca a farci cullare dal moto ondoso del mare sorseggiando un goccio di rhum.

 

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: come mi puoi aiutare?

Il massimo per me, se hai tempo, sarebbe che tu scrivessi due parole su come hai trovato l’articolo lasciando la tua stellina. Trovi il pulsante[CREATE YOUR OWN REVIEW] a fondo pagina.

Puoi anche in alternativa lasciarmi solo un commento qui sotto il post, un like sui social o condividere questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

 

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG E SEGUIRLO TRAMITE MAIL: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto: vedrai tutte le categorie, gli itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Sometimes Away by Chiara
Average rating:  
 0 reviews

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *