VILLA GROCK LIGURIA:
dove i bambini diventano clown

Villa Grock Liguria

VILLA GROCK – LIGURIA: benvenuti al paradiso per grandi e piccini!

Questa villa è situata a Imperia Oneglia (Liguria) su una splendida collina fronte mare ed è stata voluta da Grock, un clown svizzero vissuto tra il 1800 e il 1900, il cui vero nome era Charles Adrien Wettach.

All’epoca era uno degli artisti più pagati e divenne così famoso in Europa ma non solo, che a Parigi venne proclamato “il Re dei clown”.
Fece ridere molte persone, tra cui Charlie Chaplin, in un periodo in cui le due guerre mondiale avevano devastato il mondo e in cui il divertimento era praticamente inesistente. L’arrivo del circo in città era così considerato come un’occasione per dimenticare per un attimo le difficoltà della vita.
Preparava i suoi spettacoli con precisione studiandoli in ogni possibile dettaglio allo scopo di divertire e incantare il pubblico. Imparò inoltre a suonare il pianoforte, il violino e un’infinità di altri strumenti per usarli poi durante i suoi spettacoli.

Grazie al suo amore per i bambini, per lo zucchero filato e per la musica, fece costruire questa residenza secondo i suoi gusti personali: infatti qui ogni cosa parla di lui, della sua personalità dalle mille sfaccettature e della sua creatività. Ogni angolo della villa reca la sua originale e personalissima impronta: alcuni muri esterni recano motivi circensi così come il soffitto dell’ingresso, il piccolo bar appena all’interno e tutte le camere che andrai a visitare. Persino il suo volto lo ritrovi ovunque!

(English Version)

Grock

 

bar

 

Tutti questi elementi circensi hanno però una natura duale, esattamente come duale può essere la natura di un clown: ad esempio, il soffitto all’ingresso rappresenta una tenda da circo o qualcosa di più misterioso legato all’esoterismo? La stessa cosa vale per il tempietto fuori in giardino, per la torre con la scultura del volto di Grock e tutte le figure geometriche che ritroviamo sui pavimenti all’interno. Essi possono essere collegati ad un significato più spirituale ed esoterico,oltre il significato circense o favoloso.

un viaggio nella memoria esoterica di Grock

 

L’interno oggi è un museo interattivo in cui i bambini, ma anche gli adulti, si divertono un sacco: possono vestirsi come un clown, possono guardare spettacoli circensi girando la manovella come un si faceva un tempo, possono divertirsi di fronte agli specchi deformanti e suonare strumenti musicali: Giada era così entusiasta per quest’esperienza!

Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria

 

Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria

 

All’ultimo piano della villa si trova un’ampia terrazza panoramica da dove puoi ammirare i giardini della villa e la distesa di mare di fronte a te.  Questo punto è inoltre ottimo per fotografare la scultura del volto di Grock sulla torre.

 

 

Esternamente l’edificio è circondato da un ampio giardino: ora ci stanno lavorando per abbellirlo aggiungendo piante, fiori e pulendolo un pò, visto che quando siamo andati noi a luglio sembrava lasciato andare, cosa che però non ci ha impedito di notare la bellissima cornice in cui è inserito: c’è un piccolo isolotto al centro della piscina, in cui Grock nuotava e pescava, collegato al giardino tramite un ponticello alla fine del quale si trova il grazioso tempietto che dona un’atmosfera vagamente orientale, così come la torre e le varie palme di cui è circondato il giardino. Lo stile però è anche un mix di art-decò, liberty e rococò.
La villa è unica nel suo genere e può piacere come no, tuttavia per me rimane un bellissimo capolavoro artistico.

Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria
Villa Grock Liguria

 

In seguito ala morte di Grock il complesso ebbe un periodo di decadenza e tutto ciò che rimase venne rubato nel corso degli anni. Solo nel 2002 la Provincia la acquistò risollevandola dalla cattiva sorte. Oggi questo luogo è usato per matrimoni e nel 2015 fu il set del remake ufficiale della famosa “Thriller” di Michael Jackson.

 

 

 

ORARI DI APERTURA E TARIFFE

Tutti i lunedì dalle 14.30 alle 17.30

Adulti: Euro 5.50 (prezzi 2017)
Bambini sotto i 6 anni: gratis
Gruppi: Euro 4 min 10 pers. Prenotazione obbligatoria via mail: villagrock@provincia.imperia.it
o tel. +39 0183-704211 / 0183-704619

 

 

 

COME RAGGIUNGERE VILLA GROCK

IN AUTO:

Autostrada A10 Genova – Ventimglia USCITA: Imperia Est
Segui le indicazioni per il centro; prosegui lungo via Garessio fino alla rotonda; prendi la seconda uscita e prendi per via Agnesi e poi via Nicolò Berio fino a Piazzetta De Negri.
Da qui puoi lasciare l’auto (se trovi parcheggio) e proseguire a piedi passando dietro il Liceo Amoretti e poi su per una strada in salita fino a Villa Grock.

IN TRENO:

Per me la soluzione migliore, vista la penuria di parcheggi ad Imperia.
Direzione del treno: Ventimiglia (da Milano); Genova/Torino (da Ventimiglia)

Scendi alla stazione di Imperia. All’uscita vai verso destra e prosegui lungo quella strada sempre dritto. Ad un certo punto devi fare un piccolo sottopassaggio arrivando sul ponte che sovrasta il “Torrente Impero”; di nuovo sempre dritto fino a che non incontri una piazza con una fontana al centro: sei in Piazza Dante, la piazza principale della città, non ti puoi sbagliare.
Da qui stai verso sinistra e prendi la prima strada a sinistra dopo la fermata dell’autobus davanti a te; prosegui dritto per circa 100mt. poi la seconda a destra e vai di nuovo dritto fino all’incrocio da dove dovresti vedere il murales di Villa Grock: da qui prendi la strada dietro il murales e sali per circa 10/15 minuti fino a che non vedi la villa davanti a te.

 

 

In alternativa potresti prendere il pullman ma innanzi tutto se lo prendi davanti alla stazione ti costa un euro in più del biglietto base (1.50 Euro) per stare a bordo 2 minuti: non ne vale al pena.
Oltretutto quando arrivi in centro a Piazza Dante (dopo i due minuti di pullman) non esiste nessuna navetta che ti porti su alla villa; devi comunque fartela a piedi.
Altra alternativa è il taxi che ti porta direttamente dalla stazione alla villa: i costi però non sono allettanti.

NOTA: Imperia Oneglia non sono due città differenti. Diciamo che Imperia è il nome generale della zona che comprende due città: Oneglia e Porto Maurizio separate dal Torrente Impero. Lo dico perchè molti rimangono disorientati: chiedono il centro di Imperia e viene loro risposto che in realtà non esiste, ma esistono due centri (quelli che ti ho detto sopra) e niente altro!

 

 

 

Dopo la visita a Villa Grock, che prende da 1 a 2 ore, in base all’entusiasmo dei bambini, puoi andare a visitare il piccolo centro di Oneglia, come abbiamo fatto anche noi. Se invece hai tutta la giornata a disposizione, puoi raggiungere in pochi minuti di bus anche la pittoresca Porto Maurizio, l’anima più antica di Imperia.

IMPERIA: un delizioso pomeriggio estivo in famiglia ad Oneglia

IMPERIA: i luoghi più belli da vedere a Porto Maurizio

 

 

 

 

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: come mi puoi aiutare?

Il massimo per me, se hai tempo, sarebbe che tu scrivessi due parole su come hai trovato l’articolo lasciando la tua stellina. Trovi il pulsante[CREATE YOUR OWN REVIEW] a fondo pagina.

Puoi anche in alternativa lasciarmi solo un commento qui sotto il post, un like sui social o condividere questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

 

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG E SEGUIRLO TRAMITE MAIL: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto: vedrai tutte le categorie, gli itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Sometimes Away by Chiara
Average rating:  
 0 reviews

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *