VENEZIA: cosa vedere in tre giorni e come muoversi in città

Ho visitato Venezia in soli tre giorni: non molto tempo lo so, in ogni caso ho cercato di concentrare le mie visite nel migliore dei modi, almeno secondo me, scegliendo quelle parti della città più rappresentative e particolari. Qui sotto nel mio tour ho incluso alcuni posticini ubicati sì nel centro storico,  ma allo stesso tempo anche un pochino più lontani dalla folla, posti in cui ci si può godere Venezia senza stressarsi troppo.

(English Version)

 

 

IL NOSTRO MINI TOUR DI VENEZIA

settembre 2016

GIORNO 1

Partenza il mattino presto da Lecco per Venezia. Arrivo in tarda mattinata all’hotel, sistemiamo velocemente i bagagli e prendiamo subito il terno che in mezz’oretta circa ci porta in centro dove per prima cosa cerchiamo di mangiarci i nostri panini prima di iniziare la nostra visita della città.
✔ghetto ebraico + museo;
✔centro di venezia (Piazza San Marco, cattedrale e una girata per le vie del centro);
✔ Isola San Giorgio, per ammirare Venezia dall’alto in santa pace;
✔Scala Contarini del Bovolo;
✔negozi di maschere.

GIORNO 2
Isole di Murano, Burano e Torcello.

GIORNO 3
Visita al quartiere degli artisti di Dorsoduro, la Giudecca e Castello, quest’ultimo è un quartiere dove si trova la più antica chiesa di Venezia.

GIORNO 4
Visita al magnifico Castello di Soave (VR) e alla città bomboniera di Borghetto sul Mincio, entrambe ubicate sulla via del ritorno (Milano – Lecco).

 

SEGUIRANNO POST DETTAGLIATI SULLE SINGOLE ATTRAZIONI

 

 

 

COSA HO AMATO DI QUESTO TOUR

 

 

QUALI SITI CULTURALI PIU’ IMPORTANTI VEDERE NEI VARI QUARTIERI

Da notare che in questo mio tour non ho incluso siti culturali o musei per due ragioni: primo non avevo tantissimo tempo, quindi ho preferito spendere più ore all’aria aperta vista la stagione estiva, secondo Giada, nostra figlia, non era molto entusiasta all’idea. Non era la mia prima volta a Venezia, così non mi è pesato assecondarla. Se per te invece è la prima volta, ti lascio qui sotto una lista dei siti che secondo me non puoi perdere, quelli più interessanti. Ricordati però che hai bisogno di un intero giorno o anche 2/3: dipende se li vuoi vedere tutti o solo alcuni, comunque minimo una giornata considerala, anche per le terribili code agli ingressi, a meno che non acquisti in internet il biglietto salta coda.
Inoltre tieni presente che non tutte queste attrazioni che andrò a menzionare sono incluse nei biglietti cumulativi (Venezia Unica City Pass – guarda il link sotto nelle info). Questo è un peccato! Dovrai valutare bene quello che vorrai vedere.

mappa dei quartieri di Venezia

 

QUARTIERE SAN MARCO (centro)

✔Cattedrale San Marco e Palazzo Ducale;
✔Teatro “La Fenice”;
✔Chiesa di San Vidal, molto particolare: all’interno diversi strumenti musicali esposti.

QUARTIERE CANNAREGIO

✔Ca’ D’Oro per la sua architettura;
✔La Casa di Wagner (Museo, oggi Casinò);
✔Museo Ebraico.

QUARTIERE DORSODURO

✔Basilica della Salute;
✔Galleria dell’Accademia: un museo che raccoglie la più bella collezione d’arte veneziana.

QUARTIERE SAN POLO

✔Basilica dei Frari

QUARTIERE CASTELLO

✔La Biennale;
✔Arsenale;
✔San Marco: la chiesa più vecchia di Venezia.

SULL’ISOLA DI MURANO

✔Museo del vetro e l’imponente chiesa di Santa Maria e Donato.

SULL’ISOLA DI BURANO

✔Museo del merletto.

SULL’ISOLA DI TORCELLO

✔la meravigliosa e antica chiesa di Santa Maria Assunta.

 

 

 

INFORMAZIONI UTILI E PRATICHE

  • Girare per la città con i mezzi pubblici come bus e vaporetti può risultare davvero costoso: chiedono 7,50 Euro (prezzi 2016) per una corsa singola valida solo per 50 minuti. Siccome a Venezia è un su e giù continuo da questi mezzi, immagina cosa spenderesti in un giorno. Io ho trovato che ne valesse decisamente la pena acquistare la “Venezia Unica City Pass” che con una cifra stabilita e fissa ti premette di girare in lungo e in largo la città usando bus e vaporetti da mattina a sera senza limiti di tempo. Noi ad esempio abbiamo speso in tre (2 adulti e 1 bambina, che aveva una riduzione) 100 Euro per tre giorni (prezzo 2016). A conti fatti, non male direi!! Si risparmia!!

 

  • Come e dove acquistare i biglietti: (clicca qui) nei punti vendita ubicati alla stazione, in centro di città a San Marco (ce ne sono un sacco) o alle macchinette che io però sconsiglio perchè spesso si inceppano. Noi li abbiamo acquistati appena fuori dalla stazione Santa Lucia (c’è un baracchino sulla sinistra). Si possono fare anche biglietti cumulativi per i musei, tour guidati, ristoranti e siti culturali. Dai un’occhiata!

 

  • Le gondole sono un’altra attrattiva turistica molto ambita: romantica nulla di ridire ma per il mio portafogli molto cara. Minimo a persona sono 3o Euro per un giretto di mezz’ora, fino ad arrivare a 100 Euro per sei persone!! Se puoi permettertelo allora goditi al meglio la tua traversata romantica, altrimenti io ho scovato la possibilità, magari carina per i bambini così provano, di salire su una gondola spartana per 3 minuti con a bordo tanto di gondolieri. Ovvio, non ha niente a che vedere con la prima, ma si sale comunque a bordo di un’imbarcazione caratteristica e i remi sono a mano. Giada si è comunque divertita e ha provato l’ebbrezza.

DOVE  TROVARE QUESTE GONDOLE A BASSO PREZZO: devi recarti alla località Giglio, vicino a Piazza San Marco (chiedi in giro alla gente per arrivarci); ti portano soltanto dall’altra parte nel quartiere artistico di Dorsoduro. La spesa è sui 2 Euro a testa (comunque una ladrata per quello che ti danno, ma più fattibile per tutti)

 

 

  • Venezia è una città a misura di bambino: mia figlia Giada (allora 9 anni)  si divertiva un sacco a salire e scendere dai traghetti! Lei non è abituata ad usare questi mezzi così insoliti per girare in città: conosce solo i classici pullman dove viviamo! Inoltre ha potuto ammirare come viene lavorato il vetro per realizzare meravigliose sculture, gli artisti di Dorsoduro che osservava con grande curiosità, i mille e vivaci colori delle case di Burano, e ha potuto percepire l’atmosfera di rilassatezza e romanticismo che solo una città come Venezia può dare!

 

  • Ristoranti: purtroppo non ti posso aiutare in questo caso perchè per noi erano troppo costosi quindi come siamo sempre soliti fare, abbiamo mangiato al sacco a pranzo e ci cucinavamo noi la sera al residence con cose veloci portate da casa. Comunque di ristoranti ne trovi quanti ne vuoi e sono tutti di ottima qualità!!

 

 

 

QUAL E’ IL PERIODO MIGLIORE

Sicuramente tutto l’anno ma si sa che i periodi preferiti anche per godere di un clima buono sono la primavera, l’estate e l’autunno.

 

 

 

DOVE ABBIAMO ALLOGGIATO

RESIDENCE VENICE

 

L’abbiamo prenotato su booking.com: la qualità non è altissima però al nostro arrivo l’appartamento era ben pulito e rifornito, volendo, del necessario per cucinare.

I punti di forza secondo noi:

  1. buon rapporto qualità/prezzo: se scegli un albergo in centro ti renderai presto conto dei prezzi altissimi e assurdi; questo residence invece è quello che ho trovato fra tutti al minor prezzo, tenendo anche presente che avesse almeno una certa qualità minima (circa 250 Euro per 3 notti, per 3 persone);
  2. è un’ottima base per girare Venezia: il Residence si trova nel piccolo paese di Quarto D’Altino che ha una sua stazioncina dei treni a 10/15 minuti a piedi dal residence. I biglietti si fanno alla macchinetta che noi abbiamo trovato sempre ben funzionante, e il biglietto costa sui 3 Euro a testa. Arrivi alla stazione centrale Santa Lucia in circa 20 minuti. Dalla stazione poi o a piedi o traghetto per raggiungere il centro città;
  3. molto pulito al nostro arrivo;
  4. hai la possibilità di risparmiare cucinando: noi per tre giorni ci siamo portati dei piatti pronti differenti da casa, uno per sera, che ci siamo cucinati velocemente qui al Residence; per pranzo panini.

I punti di debolezza: 

  1. non è di certo un hotel lussuoso ma piuttosto spartano e alla mano;
  2. non fanno le pulizie se non su richiesta con un piccolo supplemento, cosa che nessuno ci ha comunicato preventivamente, ma se si sta solo pochi giorni secondo me è un problema superabile.

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: se ti va lasciami un commento, un like o condividi questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto, per vedere tutte le categorie, gli itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

6 commenti su “VENEZIA: cosa vedere in tre giorni e come muoversi in città

  1. Oddio, solo ora mi rendo conto di quanto può essere cara Venezia per un turista. Io fortunatamente, essendo veneta, il biglietto per il traghetto lo pago solo 1.50 Euro. Comunque non sapevo del campanile di San Giorgio! Grazie per l’info…prossima volta che vado a Venezia, ci faccio un salto! 🙂

  2. Mitico l’attraversamento in gondola! Io avevo portato a Venezia i ragazzi a cui facevo da animatrice e avevo usato la stessa strategia per regalargli un giro in gondola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *