VERONA E LA SUA MAGICA STELLA: vivere il Natale nella città dell’Amore e cosa fare coi bambini

 

 

 

 

 

 

Verona è una città che io adoro in qualsiasi periodo dell’anno, ma a maggior ragione durante il periodo del Natale in cui la città diventa ancora più accogliente con le mille luci dei mercatini in piazza Bra e con il simbolo natalizio che la contraddistingue: la stella!

(English Version)

La prima volta che l’ho vista, quasi vent’anni fa con quello che oggi è mio marito, mi ha dato un’incredibile sensazione di gioia, di Amore, di Natale, e poi era bella, bella da morire così imponente al centro della piazza! Mi ha colpito così tanto che tantissimi anni dopo abbiamo deciso di ritornarci portando anche nostra figlia per trascorrerci una giornata: credo che per un bimbo sia davvero una città adatta e piena di stimoli, città dell’Amore per eccellenza e poi quella stella che verso sera si illumina non che può che stupirli!

Consiglio: per ammirare sia la stella che tutta Piazza Bra e fare una bella foto ricordo, ti consiglio di entrare nell’Arena e salire gli scalini fino in alto; ti assicuro che il panorama è mozzafiato!

 

 

 

 

In tutto questo i classici mercatini perdono un pò di attrattiva, pur rimanendo uno dei simboli indiscussi di queste giornate che precedono il Natale: li puoi trovare in Piazza Bra, la piazza principale in centro città, in Piazza delle Erbe e molto particolari secondo noi, quelli sul Ponte Scaligero, da cui si domina tutto il panorama sul fiume Adige. Inoltre carini anche i Mercatini di Norimberga.

Lo stesso consiglio che ho dato prima per la stella vale anche per i mercatini di Piazza Bra: guardali anche dall’alto entrando nell’Arena!
Mercatini al Castello Scaligero
Vista panoramica dal Castello Scaligero
Mercatini di Norimberga
Piazza delle Erbe

 

 

 

Soprattutto se viaggi con un bambino arriverà il momento in cui ti chiede:”Ma dov’è la casa di Romeo e Giulietta?” Eh sì, l’Amore attira proprio tutti e, nonostante la calca terribile di queste giornate, anche a spintoni ma non si può rinunciare a vedere il balcone più famoso al mondo!

 

 

 

 

 

Noi abbiamo trovato molto bello ed interessante anche il Museo di Castelvecchio: Giada si è divertita molto nelle varie sale espositive (lei è già di per sè un’amante dell’arte), e in più in inverno è un’occasione anche per stare un’oretta al calduccio unendo l’utile al dilettevole. Il museo espone collezioni di arte medievale, rinascimentale e moderna; nelle sale trovi dipinti, reperti archeologici, armi e sculture.

Biglietto intero: 6 Euro
Ridotto (8-14 anni solo accompagnati): 1 Euro
Gratis con VeronaCard

Orari: il lunedì dalle 13.30 alle 19.30
dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30
L’ULTIMO INGRESSO È ALLE 18,45.
Il Museo è chiuso il lunedì mattina, la mattina del 1° gennaio e il 25 dicembre.
Ulteriori info qui

 

 

 

 

 

Infine verso sera non poteva mancare una visita all’Arena di Verona: sono andata mille volte a Verona senza mai entrarci, ma si può? No che non si può, così nonostante non fosse proprio economica non potevamo lasciarcela sfuggire di nuovo e siamo stati felicissimi. Giada ha provato enorme stupore per la grandezza: ci si sente davvero minuscoli in mezzo a quelle alte gradinate! E’ stato molto bello andarci prima dell’imbrunire perchè le luci contribuiscono a creare un’atmosfera calda e rilassante; persino Piazza Bra da lassù sembrava magica, quasi uscita da una fiaba!

 

 

 

Purtroppo noi non siamo riusciti per mancanza di tempo ma se ad esempio a te non interessa il Museo o altre attrazioni che ho menzionato in questo post, ti segnalo proprio all’Arena la Mostra dei Presepi: 7 Euro intero e 6 Euro ridotto (prezzi 2018).

 

 

 

 

DOVE ABBIAMO PRANZATO

Premetto che non volevamo un ristorante vero e proprio, primo per non imbottirci e poi uscire al freddo, secondo perchè volevamo andare sul risparmio.
Alla fine abbiamo scelto per il “Bar Bra” proprio in centro quindi comodissimo, dove abbiamo mangiato dei panini caldi squisitissimi: lo consiglio per chi vuole qualcosa di informale, economico ma allo stesso tempo gustoso!

 

 

 

COME RAGGIUNGERE VERONA

Personalmente in questo periodo di freddo, nebbie e il buio che arriva in fretta, opto sempre per un viaggio in treno: fra l’altro da Lecco (dove abito) esiste il diretto fino a Verona senza dover cambiare a Milano, dunque comodissimo, e in due ore /due ore e mezza sei a destinazione.
Noi siamo partiti molto presto il mattino e siamo arrivati piuttosto tardi la sera (22.00 circa), ma almeno si può sfruttare l’intera giornata al meglio e non si deve diventare matti a trovare il posteggio in questo periodo già così caotico di per sè!
Su questo sito trovi invece molto dettagliatamente come arrivare a Verona con altri mezzi

 

 

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: se ti va lasciami un commento, un like o condividi questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto. Vedrai tutte le categorie, i nostri itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *