LECCO con aree gioco per i bambini: mezza giornata a piedi per farti conoscere la mia città

Eccomi qui per parlarti della mia piccola città di Lecco nel nord Italia, 60 km da Milano e 30km da Como, che io trovo bellissima perchè offre esperienze diverse in base ai gusti di ciascuno: puoi fare trekking su una delle nostre montagne (trekking San Martino) che stanno nei dintorni, puoi prendere un battello per un giro in altre località del centro lago, oppure puoi optare per una semplice passeggiata attraverso le strade del centro per concederti un pò di shopping, per poi fermarti in uno dei localini che trovi per una pausa caffè o drink.
Abbiamo anche qualcosa di culturale e perfino romantico se pensi che Lecco è la città dove Alessandro Manzoni fa vivere i personaggi del suo famoso romanzo “I Promessi Sposi”: hai la possibilità di visitare la parte vecchia della città dove questa storia è ambientata.
Ti mostrerò piano piano tutto quello che potrai fare nella mia città, ma ora cominciamo con ordine: per oggi ti racconto cosa puoi fare a Lecco centro se hai poco tempo, mezza giornata o poco più, o se semplicemente vuoi farti solo un’idea generale della città.

(English Version)

 

 

 

ITINERARIO A PIEDI DI LECCO IN BREVE:

DURATA: mezza giornata. Se scegli di visitare anche i musei descritti nel post, allora devi considerare una o due ore in più in base a te.

✔Vallo delle mura Via Cavour
✔Via Roma – Piazza Manzoni
✔ritorno a Piazza XX Settembre
✔Piazza Cermenati
✔lungolago
✔Via Bovara
✔ritorno al Vallo delle Mura.

 

Vicino alla stazione, sulla strada parallela, puoi ancora vedere “Il Vallo delle Mura”, i resti dell’antica cinta muraria che Azzone Visconti costruì per fortificare la città.

Vallo delle Mura

 

Proseguendo in avanti entri in “Via Cavour”, che ti porta direttamente in centro (anche se già qui è considerato centro storico) dove puoi trovare tutti i tipi di negozi per lo shopping, aihmè qui un pò caro, farmacie, bar, gelaterie, gioiellerie, ecc.. A circa metà Via Cavour sulla destra trovi la mia libreria preferita, IBS, dove anche mia figlia Giada si ferma ogni volta che ci passiamo davanti.

via Cavour
Ibs

 

Alla fine di via Cavour gira a destra e prosegui per “via Roma” alla fine della quale si trova “Piazza Manzoni” con la statua di Alessandro Manzoni che è stato ispirato proprio da questa città nella stesura del suo romanzo famoso in tutto il mondo: la storia d’amore travagliata di due giovani, Renzo a Lucia, ambientata a Lecco nel Seicento, quando la città era sotto la dominazione spagnola.

via Roma
Piazza Manzoni

Se attraversi la strada di fronte a te da questa piazza e vai verso destra, trovi il “Santuario di Nostra Signora della Vittoria”, voluto dagli abitanti di Lecco per ricordare i caduti della prima guerra mondiale. Se vuoi dargli un’occhiata lo puoi visitare, anche se a me personalmente non piace l’interno così tetro e monotono, ma questa è solo la mia opinione e per dovere di cronaca la inserisco nell’itinerario.

 

 

Ora ritorna indietro su Via Roma; vai sempre dritto fino a raggiungere le due belle piazze della città: la prima che incontri è “Piazza XX Settembre”, mentre la seconda “Piazza Cermenati”.
(A metà via Roma, girando a sinistra, se ti interessa trovi il “Teatro Sociale”).

PIAZZA XX SETTEMBRE

Piazza XX Settembre

 

In Piazza XX Settembre abbiamo due punti culturali: la “Torre Viscontea” e il “Palazzo delle Paure”.
La prima è una torre, ciò che è rimasto dell’antico castello: al pianterreno puoi visitare gli alloggi del corpo di guardia e alcuni cannoni in pietra.
Al primo piano ci sono mostre temporanee. Qui orari e tariffe.

Torre Viscontea

 

Il “Palazzo dell Paure” è così chiamato perchè nel passato la gente ci andava per pagare le tasse.
Al primo piano ci sono delle mostre temporanee; al secondo una mostra permanente di arte contemporanea che ospita le più importanti opere degli artisti locali, e la sezione di grafica e fotografia.
Il piano più recente ospita un museo interattivo per scoprire la storia dell’alpinismo e delle persone che hanno reso grande il nome di Lecco in tutto il mondo. Qui orari e tariffe.

Palazzo delle Paure

 

 

PIAZZA CERMENATI

Inoltre piazza xx Settembre ha diversi bar/ristoranti come anche la Piazza Cermenati, poco più oltre. Quest’ultima ospita la statua di Mario Cermenati, il fondatore dei musei civici di Lecco.
Queste due piazze sono interessanti da vedere perchè sullo sfondo puoi ammirare sempre il “Matitone”, la torre campanaria della “Basilica di San Nicolò”, chiesa principale della città, così chiamata per la sua caratteristica e singolare forma a matita. La Basilica la trovi salendo i gradini alle spalle della statua.

Bar Commercio: il mio preferito

 

statua di Mario Cermenati
Piazza Cermenati

 

Basilica di san Nicolò (web image)

 

LUNGOLAGO

Esattamente di fronte a Piazza Cermenati c’è il lungolago che puoi percorrere per un tratto sotto la frescura dei suoi alberi.
Alla sua sinistra trovi altre gelaterie, un Burger King, il Taxi Boat che propone il “tour manzoniano” in barca per esplorare i luoghi citati da Manzoni nella sua opera che dura circa 45 minuti, e andando verso la fine del lungolago si trova una piccola area giochi per bambini.
Quest’anno 2017 in via eccezionale abbiamo avuto temporaneamente anche la ruota panoramica che ci ha permesso di vedere la nostra città dall’alto, una prospettiva insolita. Non so se un altr’anno la rimetteranno, può darsi…

 

 

Sempre di fronte a Piazza Cermenati, andando invece verso destra si raggiunge l’imbarcadero per le gite in altre località di lago di cui ti parlerò però in seguito, e che di sicuro potranno divertire i bambini. Proseguendo lungo il lago dopo circa una quindicina di minuti si raggiunge un’altra area giochi per bimbi con un bel bar dove bere o mangiare qualcosa di fresco all’aria aperta.

 

 

Se non hai voglia di camminare fin laggiù, ma non è nulla di così stancante, puoi concludere la giornata passando per “Via Bovara”: con il viso di Mario Cermenati davanti a te, ritorna verso il centro e prendi subito la strada in salita a sinistra (all’angolo c’è una macelleria). Questa via ti riporta al punto di partenza e ospita sula lato destro un’altra libreria “Libreria Volante” con i libri appesi al soffitto, molto singolare, e la biblioteca civica U. Pozzoli poco più avanti.

Biblioteca Civica U. Pozzoli

 

Libreria Volante (web image)

 

 

 

 

GRAZIE PER AVER LETTO FIN QUI: come mi puoi aiutare?

Il massimo per me, se hai tempo, sarebbe che tu scrivessi due parole su come hai trovato l’articolo lasciando la tua stellina. Trovi il pulsante[CREATE YOUR OWN REVIEW] a fondo pagina.

Puoi anche in alternativa lasciarmi solo un commento qui sotto il post, un like sui social o condividere questo articolo in modo che possa girare ed essere utile a più persone.

 

SE HAI BISOGNO DI PIU’ INFORMAZIONI SCRIVIMI: info@sometimesaway.com

SE VUOI SAPERE DI PIU’ SU DI ME: clicca qui

DICONO DI ME

PER NAVIGARE IL BLOG E SEGUIRLO TRAMITE MAIL: clicca le tre striscette in alto a sinistra di questo articolo, come mostra la foto qui sotto: vedrai tutte le categorie, gli itinerari e le informazioni generali sul blog.

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.
Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli.

Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Sometimes Away by Chiara
Average rating:  
 1 reviews
by Annalisa on Sometimes Away by Chiara

Ciao Chiara!!! Che bell'articolo! Non siamo mai stati nella tua città e ci piacerebbe vedere oltre al centro anche il lago... Sicuramente per fare una bella navigazione!
Mi ha fatto sorridere la torre delle paure... Sai quante dovrebbero costruirne in Italia Co con tutte le tasse che abbiamo?!?! 😂😂😂😂
Se dovessimo passare, oltre a rileggere attentamente quello che hai scritto, ci becchiamo così è la volta buona che ci conosciamo 😍

Ciao Annalisa, sono contenta che ti sia piaciuta la mia città. Non è super particolare, ma offre tante opportunità per gite diverse: la sua bellezza sta in questo!
E come no? Certo, se verrete sarete i benvenuti: anch'io ho voglia di conoscervi! 😀
Per le tasse beh, sì, ci sarebbero solo palazzi delle paure in giro, e nient'altro! 😀

Un mega abbraccione.

 

 

 

 

4 commenti su “LECCO con aree gioco per i bambini: mezza giornata a piedi per farti conoscere la mia città

  1. Ciao Chiara!

    Bellissima passeggiata a Lecco insieme a te!

    Aspetterò per continuarla il prossimo tuo articolo!
    ” Alessandro Manzoni fa vivere qui personaggi del suo famoso romanzo “I Promessi Sposi”: hai la possibilità di visitare la parte vecchia della città dove questa storia è ambientata.”

    un viaggio nel tempo stupendo! Grazie

    Mimì

  2. Ciao Chiara,
    scopro ora che sei di Lecco, città in cui sono transitata spesso. Devo però confessarti che non mi ha mai intrigato più di tanto.
    La prossima volta però mi rileggerò il tuo post prima di andare 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *