CHI SONO

(English Version)

 

Mi chiamo Chiara, ho 42 anni e vivo a Lecco, vicino a Milano, con mio marito Luca e mia figlia Giada, compagni di vita e di viaggi. Ho frequentato il Liceo Linguistico e studiato lingue all’estero. Oggi sono mamma a tempo semi pieno e intanto aiuto i miei genitori nel loro lavoro.

 

Fin dall’età scolare ho avuto la fortuna di spingermi al di là dei confini della mia città grazie ai miei genitori che hanno sempre amato il verbo “viaggiare”. Mio papà è sempre stato allergico agli aerei, che invece io adoravo un sacco, ecco perchè durante quegli anni ho per lo più girato l’Europa e l’Italia, rigorosamente on the road! Di questo periodo purtroppo conservo solo le classiche foto fatte da rullino, così non ho potuto inserire nel blog tutte le meravigliose destinazioni che ho toccato insieme ai miei genitori.

 

Verso i 20 anni è iniziato quello che poi sarebbe stato il periodo più difficile della mia vita per almeno otto lunghissimi anni: un problema congenito che pian piano si è preso tutta la mia vita e anche tutti i miei sogni. Ho dovuto abbandonare l’idea di poter frequentare l’Università, e ho dovuto lasciare il mio adorato lavoro di receptionist presso un hotel della mia città. I viaggi a quel tempo erano davvero solo un ricordo lontano!

 

Quando dopo otto anni finalmente è arrivata la guarigione, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare a piangermi addosso per ciò che non ho potuto realizzare, e soprattutto per continuare ad aspettare per fare ciò che mi piace e che mi rende felice.

 

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, non importa se lontano o vicino, l’importante è riprendere tutto ciò che avevo interrotto anni fa: una delle tante cose è proprio il viaggio che, rispetto ad un tempo, ha tutto un altro significato e io stessa ho tutto un altro modo di intenderlo.

 

Il 28 febbraio 2018 ho fondato il blog “Sometimes Away” per raccontare la mia grande passione del viaggio che attraversa varie fasi:

  • sogno una meta,
  • penso e scrivo un itinerario su misura per me,
  • concretizzo il mio sogno prenotando e vivendomi il viaggio,
  • fotografo luoghi e momenti magici,
  • rivivo il viaggio un’altra volta da casa attraverso i miei racconti sul blog, le mie info utili e le mie foto che poi metto a disposizione di tutti voi!

 

 

 

 

Sometimes Away è un blog libero e indipendente:quello che leggi nel mio blog corrisponde a ciò che realmente penso. Parlando di un luogo infatti, cerco di darti la mia sincera opinione e di esprimerti i miei reali sentimenti, e se cito un ristorante o una guida locale è solo perchè mi sono trovata così bene che spero possa essere lo stesso per te se seguirai i miei consigli. 

 

 

 

Perchè Sometimes Away

Il mio blog nasce per la passione innata di raccontare i miei viaggi e per me stessa, per non dimenticarmi di quante esperienze belle la vita mi ha offerto: non ci si ricorda mai a sufficienza del positivo che ci capita! Anche se vorrei essere ogni giorno in un angolo diverso del pianeta, devo fare i conti col mio portafogli che mi permette di fare grandi viaggi solo ogni tanto, e anche le più accessibili gite in zona, solo quando gli impegni me lo consentono: ecco perchè “Sometimes Away”! Non faccio grandi cose e non sempre posso partire, ma metto tutta me stessa per rendere quel poco che faccio indimenticabile e condividerlo con voi.

 

 

 

Di cosa tratta il blog

Il mio blog parla di gite fuori porta semplici e adatte a tutti, così come di facili trekking sulle nostre montagne lombarde. Tanti articoli si concentrano di più sul Nord Italia perché, vivendoci,  è la zona che conosco meglio, ma non mancano viaggi e itinerari anche nel resto d’Italia ed in giro per l’Europa.

 

Tuttavia credo che sia importante ampliare il proprio sguardo: è vero che ci sono tante bellezze dentro e intorno al nostro paese, ma sono convinta che immergersi in una cultura completamente diversa dalla nostra sia qualcosa di affascinante e che può davvero cambiarci nel profondo. Non credete che tutte le mete lontane siano impossibili perchè troppo care: ce ne sono anche di accessibili e con qualche piccolo accorgimento, il modo per risparmiare c’è sempre! Come? Sul mio blog vi rivelo qualche segreto in merito su alcune destinazioni oltreoceano!

Affinchè però il blog risulti sempre più inclusivo, da febbraio 2019 ho deciso di accettare la collaborazione di Sabrina, la quale amplierà il tema “viaggi lontani” inserendo mete e soggiorni talvolta non convenzionali testati da lei personalmente. In questo modo, con più argomenti a disposizione, a Sabrina è venuta l’idea di aprire un’intera sezione dedicata all’oltreoceano che ha scelto di intitolare “Sometimes FAR Away”, mantenendo sempre fede al concetto che nessuna di noi due è una viaggiatrice seriale, ma che ad entrambe ogni tanto (sometimes) prende la voglia di partire.

 

In tutti gli articoli cerchiamo di darvi informazioni precise e dettagliate con tanti suggerimenti utili su come risparmiare, sulle chicche da non perdere e sugli errori da evitare sulla base delle nostre esperienze personali. A monte di ogni articolo scritto c’è SEMPRE una gita o un viaggio personalmente intrapreso tempo prima: non descriviamo MAI posti in cui non siamo ancora stati e che non conosciamo.

Il blog vanta la doppia versione italiana/inglese per consentire di raggiungere un pubblico sempre più ampio.

 

 

 

A chi si rivolge

Ai viaggiatori informali e non troppo pretenziosi, soprattutto a chi come me non ha grossi budget da spendere, ma non vuole per questo rinunciare ad esplorare. Mi rivolgo alle famiglie con e senza bambini, ma anche a tutte quelle persone dinamiche che come me amano macinare chilometri a piedi e in macchina per non perdersi niente, che alla sera hanno voglia di una sistemazione calda e confortevole pur restando nella semplicità, e che amano costruirsi il proprio percorso in fai da te.

I viaggi di Sabrina invece si rivolgono anche a persone che hanno un budget economico maggiore e che quindi amano viaggiare più in grande stile, alla ricerca di esperienze insolite e particolari.

 

 

 

In futuro

Sicuramente mi impegnerò sempre di più per poter continuare a crescere e raggiungere un maggior numero di persone col mio lavoro quotidiano. Certo, non nascondo che mi piacerebbe anche poterci guadagnare qualcosa viste le ore, i giorni e i mesi impiegati a costruire questo mio mondo virtuale! Tuttavia sono consapevole che ho delle lacune tecniche che dovrò colmare, e che in genere gli esperti del settore vanno cercando blogger con grandi numeri.

Purtroppo non ho numerosi “seguaci” sui social, ma quei pochi sono reali, autentici, persone che hanno davvero apprezzato il mio blog e hanno deciso di seguirlo: non ho mai comprato followers anche se ciò sarebbe stato comodo per essere presi in considerazione da parte di agenzie o tour operator. Se però esistesse ancora qualcuno nel settore del turismo più interessato ai contenuti che ai soli numeri, allora sarò disponibile e felice di poter avviare qualche collaborazione per:

  • recensire luoghi ma anche hotel e ristoranti;
  • scrivere articoli sponsorizzati per riviste del settore;
  • dare visibilità a prodotti e/o brand che siano inerenti al tema “Viaggi”;
  • blog tour.

 

 

 

 

 

IL SIGNIFICATO DEL VIAGGIO PER ME

In questi ultimi anni tengo fede ad una delle massime del Dalai Lama:” Almeno una volta all’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima”.

Dopo anni di rinunce e di infelicità, ho deciso che la vita è troppo breve e troppo imprevedibile per continuare ad aspettare per fare quello che mi piace e che mi rende felice.

Ciò che rende felice me oggi è poter esplorare il mondo in cui vivo, fotografarlo nel suo complesso ma anche nei suoi dettagli, filmarlo per trattenere quelle emozioni sottili che altrimenti finirei per dimenticarmi, e alla fine condividere con te  tutto ciò che ho visto e provato attraverso i miei articoli: il mondo che vedo, i sentimenti e le emozioni che provo, appartengono a tutti, non solo a me!

 Viaggiare è per me Amore – Libertà – Gratitudine

 

 

Se ti va non dimenticarti di seguirmi sui principali social o scrivimi a info@sometimesaway.com